Quattro startup all’insegna della sostenibilità presentate al terzo incontro annuale di BAN Firenze

Bici a noleggio, cibo a chilometro zero, birra artigianale e assistenti vocali, sono i settori in cui operano le startup innovative che mercoledì 15 luglio si sono presentate all’evento organizzato presso il giardino dello Chalet Fontana da BAN Firenze (Business Angels Network Firenze).

 

Ad aprire la serata, di fronte ai soci e agli ospiti dell’associazione di professionisti e imprenditori che investe su  talenti e  idee innovative, è stata RENT&FIT (https://www.rentandfit.com), piattaforma per noleggiare bici da negozi specializzati su tutto il territorio italiano. Ideale per gli spostamenti in città, ma anche in vacanza, il servizio offre una vasta gamma di modelli tra city bike e mountain bike. Ovviamente ampio spazio ai modelli elettrici grazie ai quali è possibile ampliare l’utenza della mobilità sostenibile.

 

La seconda startup a presentarsi è stata il BIRRIFICIO 620 PASSI. (https://www.620passi.com). Fondato a Marano Lagunare (UD) nel 2015, questo birrificio artigianale ha già creato attorno a sé un’ampia comunità di amanti della birra e si è focalizzato sulla sostenibilità sviluppando un sistema proprietario di monitoraggio degli indicatori di performance ambientale che permette di ridurre al minimo l’impatto della produzione sull’ambiente.

 

Terza protagonista dell’incontro è stata la startup GENUINO.ZERO (https://www.genuinopuntozero.it),  incubata dal Murate Idea Park, che ha sviluppato una piattaforma per la vendita online di prodotti alimentari locali, con la possibilità di ritirare la spesa nel proprio quartiere oppure di farsela portare a casa. Genuino.Zero, in forte crescita durante il lockdown, non rinuncia però agli eventi conviviali e ha creato una community di consumatori consapevoli per i quali vengono organizzati incontri nei mercati locali, laboratori per bambini e visite alle aziende agricole.

 

Chiude la serata IPERVOX (https://ipervox.com) una startup dalla forte vocazione tecnologica che permette a chiunque, anche senza competenze specifiche, di creare contenuti audio per gli assistenti vocali come Alexa, Google Home e Siri. Ipervox è già operativo in vari paesi tra i quali gli USA e vanta un’importante collaborazione con Amazon.

Condividi l’articoloShare on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin